BLOG

Img

6 principi efficaci del design di un logo.

Progettazione del nuovo logo della società BP, che è diventato un girasole verde – giallo, e il suo successivo rebranding è venuto a costare circa 211 000 000$. Fondatore di Nike Phil Knight ha pagato al disegnatore grafico del logo “Swoosh” - 35$. L’uccello blu di Twitter su microstock ha costato solo 6$. I marchi di Coca-cola, Microsoft, Google, non sono costati niente, ma hanno fatto a loro brand una fama mondiale. Arriviamo alla conclusione che: efficacia di un logo non dipende dal prezzo della progettazione. Allora, Che regole bisogna seguire durante la creazione di un segno grafico, che lavorerà per il successo del marchio?

Universalità

Tenete presente, che il simbolo grafico di una società si mette, non solo sulla sua pagina web o sul prodotto fabbricato. Ma anche, sui: cartelli pubblicitari, manifesti, biglietti da visita, carte intestate e penne. Il logo non deve limitarsi sullo sfondo, dove è stato riportato. Creato in forma vettoriale, dovrebbe avere diverse scale. IL colore principale del logo deve essere universale- questo assicurerà una buona combinazione con colore dello sfondo.

Capacità di memorizzarsi

Semplicità, che si distingue – è una sfida, che deve accettare il disegnatore. Il rapido sviluppo di un web- design, rende particolarmente preziosa la laconicità e la reticenza della costruzione di un sito. IL logo deve essere abbastanza semplice, per essere memorizzato dal consumatore, ma anche molto diverso dal segno del concorrente.

Chiarezza

Il logo, che ci porta il risultato – è un istante racconto di ciò, che presenta il brand. Deve essere in grado di cogliere l’attenzione del consumatore, per il periodo in cui è stato visto, o raccontare al pubblico della sua società.

Espressività

Il logo è destinato a incarnare la personalità del marchio, ma non dettare opinioni dei consumatori su di esso. Trasferimento dell’umore migliora la comunicazione con il pubblico, che influenza pure la vendita.

Imbonimento

L’immagine del logo è di creare associazioni positive con il marchio. La tavolozza di colori caldi, forma simile a un sorriso oppure lettere maiuscole – tutto questo sarà per attirare l’attenzione del consumatore e lasciare un segno positivo sulla sua memoria. Bizzarria è evidente e attraente!

Attualità

Il logo non deve essere legato a qualcosa, che è ormai al culmine della popolarità. Così sarà efficace sia ora, e sia tra 20-30 anni.